L'uragano Kyrill travolge l'Europa: 44 morti In Italia è allarme caldo: 25 gradi a Torino

Piogge torrenziali e raffiche di vento a 200 km all'ora. Strade distrutte, alberi caduti, comunicazioni interrotte. In ginocchio l'Europa centro-settentrionale. <a href="/a.pic1?ID=150547" target="_blank">In Italia caldo primaverile</a>

Milano - Kyrill si è abbattuto in gran parte dell'Europa centro-settentrionale, provocando la morte di diverse persone: 10 le vittime in Germania, 13 nel Regno Unito, sei nei Paesi Bassi, una in Francia, due in Belgio, sei in Polonia e tre in Repubblica Ceca. Ma secondo altre fonti le vittime sarebbero già 44. Ora l'uragano, con piogge torrenziali e raffiche di vento a 200 chilometri orari, secondo i meteorologi il più violento degli ultimi 20 anni, sta puntando verso l'Europa centro-orientale, in particolare in Polonia, dopo aver seminato danni e forti disagi in Germania, Gran Bretagna, Olanda e Belgio. Le forti raffiche di vento hanno sfiorato nella notte l'Italia settentrionale, senza fare danni. Centinaia di voli cancellati, traffico rallentato, scuole chiuse: sono gli effetti di Kyrill.

Germania In Germania l'uragano ha provocato ingenti danni e disagi in tutta il Paese, dove sono 10 le vittime confermate, mentre la ferrovia è stata completamente interrotta ieri per la prima volta nella storia del paese. Chi oggi vuole viaggiare in treno deve fare i conti con grossi disagi, ma il traffico ferroviario sta tornando lentamente alla normalità. A Berlino, la stazione centrale, inaugurata appena otto mesi fa, è ancora chiusa questa mattina in seguito al crollo di una trave d'acciaio a causa delle raffiche di vento, secondo le ferrovie tedesche. In numerose stazioni nel resto del paese i viaggiatori hanno dovuto passare la notte in treno, gli hotel nelle vicinanze sono stati presi d'assalto. La "Deutsche Bahn" ha distribuito tè, coperte e in certi casi buoni per hotel o taxi. I venti hanno raggiunto una velocità di 180 chilometri all'ora nel Paese. In seguito al ciclone e ai problemi di spostamento, le scuole rimangono chiuse oggi in alcune regioni della Germania. In Baviera lezioni annullate in tutte le scuole pubbliche, come confermato dal ministero della Cultura oggi a Monaco.

Gran Bretagna In Gran Bretagna, dove sono almeno 13 le vittime dell'uragano, gravi disagi anche per i trasporti. Annullati 280 voli da e per l'aeroporto di Heathrow, il più importante d'Europa. Dopo essere stata rimorchiata all'alba di stamane da un rimorchiatore all'imbocco della Manica, la nave porta container britannica resta ancora senza meta. La prefettura marittima di Brest non ha ancora preso decisioni in proposito, se indirizzarla verso un porto britannico o francese. A bordo della MSc Napoli, 275 metri di lunghezza, abbandonata ieri dal suo equipaggio in un mare in burrasca, vi sono 2.394 container che trasportano 1.700 tonnellate di materiale pericoloso. La scocca della nave presenta tre grandi fessure. Viaggia a velocità ridotta, in un mare ancora con onde alte 5 metri, la sua progressione ostacolata dal timone bloccato in una "cattiva posizione".

Disagi Interrotto per alcune ore il traffico degli Eurostar tra Londra e Parigi, così come tutti i collegamenti marittimi tra Irlanda, Gran Bretagna, Francia, Svezia e Danimarca. Altre quattro persone sono morte in seguito alla caduta di alberi vicino a Arnhem, in Olanda; due le vittime in Francia e tre nella Repubblica Ceca. A Utrecht, una gru da cantiere ha danneggiato un edificio universitario, ferendo sei persone. Due i morti e quattro i feriti in Belgio: un automobilista è morto nei pressi di Liegi quando il suo veicolo è stato schiacciato da un albero abbattuto dal vento; a sud della capitale Bruxelles una ragazza è stata uccisa dal crollo di un un muro, mentre tre giovani sono risultati feriti in modo lieve.

Repubblica Ceca In Repubblica Ceca sono tre le vittime provocate dal ciclone, i cui venti raggiungono i 190 chilometri orari: un soccorritore, rimasto ucciso in seguito alla caduta di un albero ieri e altri due uomini morti in un incidente stradale, sempre a causa della caduta di alberi. Più di un milione di case sono rimaste senza elettricità oggi, mentre l'uragano Kyrill si è abbattuto sul Paese questa notte. Il traffico ferroviario è rallentato, mentre un terminal dell'aeroporto internazionale di Praga è stato danneggiato. Migliaia di strade sono interrotte. Secondo le previsioni Kyrill dovrebbe perdere forza oggi, mentre un clima insolitamente caldo persiste nel Paese. Sospese temporaneamente a causa del maltempo le forniture di petrolio russo all'Europa Centrale via Ucraina attraverso l'oleodotto Druzhba che rifornisce Slovacchia, Ungheria, Repubblica Ceca.

Polonia È sulla Polonia che si troverebbe attualmente a stazionare la perturbazione di Kyrill, per cui parrebbe scampato il pericolo per la nostra penisola, grazie alla catena alpina, che avrebbe schermato l'impatto violento delle raffiche ventose, secondo i dati del centro meterologico di Bolzano. In Polonia Kyrill ha provocato la morte di 6 persone e il ferimento di oltre venti, mentre l'uragano si è abbattuto nel centro-sud del Paese, bloccando strade e tratte ferroviare, in seguito alla caduta di alberi. I vigili del fuoco hanno ricevuto 5.700 chiamate ieri notte per rimuovere gli alberi caduti su carreggiate, binari o auto. Sei i soccorritori feriti. I treni hanno subito forti ritardi, mentre decine di migliaia di case sono senza elettricità, dopo che i venti, che raggiungono una media di 120 chilometri orari, hanno danneggiato le linee elettriche nel sud e ovest del Paese.