Lutto nel circo: è morto Cesare Togni

Ancora in piena attività a dispetto dei suoi 84 anni è stato
stroncato da un infarto che lo ha colpito questa mattina nell’ospedale di Bussolengo, in provincia di Verona

Verona - Il mondo del circo è in lutto dopo la morte, questa mattina, di Cesare Togni (84 anni). Ancora in piena attività a dispetto dell’età avanzata, l'uomo è stato stroncato da un infarto che lo ha colpito questa mattina alle 9 nell’ospedale di Bussolengo, in provincia di Verona, dove era andato per un controllo di routine prima di ripartire in tourneè con il suo circo. Nato a Montebelluna (Treviso) il 30 ottobre del 1924, Cesare Togni era figlio di Ugo e fratello di Oscar, Lidia, Missi e Wally, cugino di Darix ed Enis Togni, sposato con Esterina Colombo (quest’ultima scomparsa qualche anno fa) dalla quale aveva avuto 4 figli Elvio, Italo, Viviana e Alex.

Una vita nel circo La storia della grande famiglia del circo Togni - raccontava Cesare - "ha inizio alla fine nel 1880. Un giovane studente di buona famiglia, nato a Pesaro nel 1853, Aristide Togni, si innamorò della figlia del direttore del circo Bolognese, la bella cavallerizza Teresa De Bianchi. La sposò nel 1880 e fondò il circo Vittoria. Aristide ebbe 10 figli tra i quali mio padre Ugo, Ercole, Riccardo e Ferdinando che più tardi diedero vita al Circo Nazionale Togni".

Artista completo Trapezista insieme ai suoi fratelli, ammaestratore di elefanti e cavalli, Cesare insieme alla famiglia fondò il Circo Nazionale Togni, e successivamente alla fine degli anni ’60 , il circo Cesare Togni. Negli anni ’70 fondò il primo circo che viaggiava su containers e solo in ferrovia e successivamente il circo a tre piste di Cesare Togni. Fino all’ultimo giorno, raccontano oggi i familiari, si era dedicato al circo a seguire le prove dei nipoti. Nell’ultimo periodo a Verona stava curando insieme a cugini, figli e nipoti l’avvio del nuovo tour dell’American Circus.