Lutz (Gm) lascia dopo 40 anni

Il vicepresidente di General Motors, Bob Lutz, 76 anni, lascerà alla fine dell’anno gli incarichi a Detroit, quando andrà in pensione. A sostituirlo come vicepresidente per lo sviluppo dei prodotti sarà Thomas Stephens, 60 anni, altro veterano del gruppo. Considerato un vero «guru», Lutz vanta una lunga esperienza nel settore, in quanto prima di entrare a far parte del team dirigenziale di Gm è stato supervisore delle operazioni globali delle divisioni macchine e autocarri di Chrysler, e ancora prima numero uno della divisione camion di Ford. Intanto, in attesa che General Motors e Chrysler presentino il prossimo 17 febbraio i rispettivi piani di rilancio alla Casa Bianca, si torna a parlare di bancarotta per i due gruppi. Il governo Usa, come riporta l’agenzia «Bloomberg», ha assunto uno studio legale affinché lo aiuti a far sì che lo Stato sia il primo tra i creditori delle due case automobilistiche a venir ripagato (i due gruppi beneficiano di finanziamenti per 17,4 miliardi di dollari). Se questo non fosse possibile, il governo avrebbe l’opzione di costringere alla bancarotta Gm e Chrysler come condizione per ulteriori aiuti.