Luxor, atterraggio d’emergenza per 208 passeggeri

Erano partiti per Marsa Alam, sono stati costretti ad atterrare a Luxor. E ritardare di qualche ora l’inizio delle vacanze. Per 208 italiani partiti dallo scalo varesino di Malpensa, la vacanza sulle sponde del mar Rosso peggio non poteva iniziare: il loro aereo, un Airbus 321 della compagnia Livingstone, è stato infatti costretto a un atterraggio di emergenza sulla pista di Luxor, città a 650 chilometri a Sud del Cairo.
L’aereo era partito ieri mattina alle 6.20 dall’aeroporto milanese di Malpensa, con a bordo una cinquantina di passeggeri, per far tappa a Verona alle 8.10 dove sono stati imbarcati altri 150 passeggeri ed è poi ripartito alla volta di Marsa Alam, cittadina a 750 chilometri a sud della capitale egiziana. Ma a poco meno di un’ora di volo dall’arrivo, il velivolo è stato costretto a una nuova tappa forzata: tutta colpa di un guasto tecnico sul quale sta tutt’ora indagando una commissione tecnica.
Per i passeggeri solamente un forte spavento ma - fortunatamente - nessun incidente di rilievo: tutti e 208 gli italiani a bordo sono stati fatti scendere sani e salvi in estrema sicurezza.
Un inconveniente che ha ritardato soltanto di qualche ora l’inizio della sospirata vacanza: smaltita la paura i vacanzieri hanno potuto raggiungere a bordo di un autobus «sostitutivo» la tanto agognata meta.