Luxottica, turno in fabbricadalle cinque del mattinoI lavoratori accettano

Accordo senza scioperi e proteste a Belluno. L'azienda consulta i dipendenti prima di decidere la turnazione, loro accettano

Solo qualche giorno fa alla Lascor di Varese i lavoratori si sono rifiutati di aumentare i turni per consentire l'assunzione dei precari e migliorare la produttività. La storia è diversa a Sedico (Belluno) dove il gruppo Luxottica ha raggiunto in poco tempo - e senza scioperi o proteste di nessun tipo - un accordo che prevede l'ingresso in fabbrica alle 5 del mattino, come riporta il Corriere.

Fino ad ora l'orario dei 600 dipendenti andava dalle 8 alle 17. Per aumentare la produttività l'azienda si è consultata in un primo momento con i sindacati. In un secondo momento ha coinvoto anche i lavoratori, proponendo di far girare gli impianti dalla 5 del mattino alle 20. Agli operai sono state chieste indicazioni sugli orari e esigenze personali e con un questionario il gruppo ha sondato il terreno. In questo modo sia gli addetti alla logistica che quelli che confezionano gli occhiali sono riusciti a dividersi in due turni e ad allungare l'orario di produzione. Così 5 milioni di occhiali arriveranno sul mercato con un giorno d'anticipo.

Simile il caso della Lascor a Sesto Calende (Varese). Anche in quel caso l'azienda del gruppo Swatch aveva proposto ai 550 dipendenti attraverso un referendum di aumentare i turni lavorando anche la domenica per poter assumere i 200 precari. Nonostante la contropartita sia anche un aumento salariale di almeno 300 euro, più di 200 persone dicono di no.