Luzzi (An): «Assurdo all’Umberto I Nel nucleo di valutazione anche la moglie del dg Montaguti»

«Siamo veramente al ridicolo - afferma il consigliere regionale del Lazio Tommaso Luzzi (An), componente della commissione Sanità - circa la delibera numero 494 dell’Asl Rm/C, di cui è direttore generale la dottoressa Elisabetta Paccapelo; con questa delibera si costituisce il Nucleo di valutazione dell’Azienda stessa, cinque sono i componenti del Nucleo, ma balza subito all’occhio il nome della dottoressa Daniela Celin. Per chi non lo sapesse, la dottoressa Celin è la moglie del dottor Ubaldo Montaguti, direttore generale dell’Umberto I». «La dottoressa Celin - ricorda il consigliere di An - è anche dirigente dello staff del direttore generale dell’Azienda e, da qualche tempo, Montaguti ha nominato la Celin anche nella Commissione per l’aggiudicazione dell’appalto per i lavori di ristrutturazione del Policlinico Umberto I. Ho già presentato una interrogazione urgente al presidente Marrazzo e all’assessore alla sanità per conoscere i motivi per i quali il dg della Asl Rm/C abbia scelto la dottoressa Celin come componente del Nucleo di valutazione; secondo me, la dottoressa Celin, oltre a non conoscere il territorio, non è neanche a conoscenza delle strutture della Asl Rm/C, in quanto è venuta a Roma al seguito del dott. Montaguti, nominato Dg dell'Azienda Policlinico Umberto I. Chiedo anche se risponda al vero che la Celin sia stata assunta al Policlinico Umberto I nel periodo in cui la Paccapelo era dirigente amministrativa dello stesso Policlinico. È quanto mai strano che rapporti di questo genere seguitino a essere il fiore all'occhiello della sanità del Lazio, dei suoi direttori generali e di quanti operano con capacità e professionalità nel servizio ma che si vedono scavalcati dalle famiglie delle famiglie».