La M Roma schiacciasassi fa innamorare il Palatiziano

Il sogno continua per la M Roma. Dopo l’inatteso passo falso di Trento la squadra di Roberto Serniotti ha ripreso l’andatura precedente, battendo sabato Modena per 3-0 e consolidando il secondo posto un punto dietro Cuneo, ieri corsaro a Latina (sofferto 3-1). Sono già ben nove le vittorie ottenute con il punteggio più netto. E sì che gli avversari di sabato erano temibili: il Cimone Modena era in serie positiva ma, anche a causa delle assenze di Sartoretti, Sidao e Cardona, la formazione emiliana di Bruno Bagnoli è stata surclassata al termine di una delle migliori prove dei romani. Super la gara di Cristian Savani autore di ben quattro «ace», con i fantastici muri di Mastrangelo, con le cannonate di un Hernandez stratosferico, con la potenza fisica e tecnica di Kooistra, la concretezza di Molteni e con la regia del quarantenne Tofoli, elemento irrinunciabile per il coach Serniotti nel sestetto titolare con l’esperienza anche dell’onnipresente ricevitore Henno. Serniotti, a fine gara e con successo ormai in mano, ha lanciato anche il giovane Giretto. Mossa saggia quella del tecnico piemontese vista la lunga assenza a cui è destinato il nazionale Semenzato. Ma Serniotti guarda già avanti, alla ostica trasferta di Taranto, una formazione di metà classifica che dà il suo meglio nelle partite casalinghe. E quanto sia importante in questo sport l’appoggio del pubblico si è visto sabato al Palazzetto dello Sport, quando la M Roma ha stabilito il suo record di presenze (3262 spettatori per un incasso di 11.723 euro). Un pubblico entusiasta per le schiacciate dei suoi uomini a rete e che ha fatto divertire anche chi ha gustato la partita in tv grazie alla stupenda coreografia di Valentina Mezzaroma con le verdi manone ad incoraggiare i propri beniamini. Gli atleti in campo hanno avvertito il calore del pubblico e hanno acquisito ulteriore consapevolezza dei propri mezzi.