La M. Roma vuole ripetersi: «Non è più un salto nel buio»

Dopo il «boom» dello scorso anno Serniotti riparte con una squadra che ha qualche alternativa in più

Villa Flaminia un anno dopo. La «matricola» M. Roma si presentò l’anno scorso al centro sportivo della scuola cattolica e i risultati andarono ben oltre le aspettative, con un campionato terminato alle soglie delle semifinali dei play-off. Così scaramanticamente la presentazione della squadra 2007-08 si è svolta, nello stesso luogo. «Oggi inizia l'avventura - ha esordito Vittorio Sacripanti, general manager della squadra - che ci vedrà lottare su tre fronti (campionato, Coppa Italia e Coppa Cev). Cercheremo di ripeterci. Vorrebbe dire consolidarci ai vertici del volley nazionale, dal momento che l’anno scorso era il classico salto nel buio, abbiamo ottenuto dei risultati impensabili. Di sicuro garantiamo, come spesso al presidente Massimo Mezzaroma piace dire, che le nostre maglie al termine di ogni incontro saranno intrise di sudore. Oltre agli arrivi di Manuel Concione, Leonel Marshall e Ivan Miljkovic, ci sono da registrare dei cambiamenti nello staff medico con gente che proviene dal volley giocato». Soddisfatto il tecnico Roberto Serniotti: «È un gruppo di ottimo livello e noi cercheremo di aumentare il lavoro di allenamento. Devo ringraziare la società che mi ha assecondato nel migliore dei modi. Con un parco-giocatori di livello buono e numeroso, potrò alternare i giocatori senza calare di intensità. Tra Coscione e Tofoli non c’è un titolare e un secondo: i posti in squadra si conquistano con il lavoro. Pronostici? Dopo la fortissima Sisley Treviso, vedo una lotta tra noi, Piacenza, Cuneo e Trento e Modena. Vorrei tornare a giocare la Champions League che ho avuto il piacere di disputare nella mia esperienza francese».
Paolo Tofoli tra qualche giorno compie 41 anni, ma la sua voglia di mettersi in discussione è quella di un giovane: «Ho accettato di rimanere qui a Roma perché con la mia famiglia mi trovo bene e desidero cercare di ripetere la conquista dello scudetto del 2000». Uno degli acquisti più pregiati è stato Lionell Marshall, lo schiacciatore cubano di 28 anni, proveniente dalla Berni Piacenza. Per lui «la lunghezza della panchina è fondamentale per cercare di mantenere alto il rendimento del primo sestetto». Infine Marco Molteni, al suo secondo anno di M. Roma: «Inizieremo con minori timori rispetto all'anno scorso e già questo ci darà più sicurezza».