Macalli difende Carraro: mille euro per i cori anti Figc

Milito è stato ceduto al Saragozza, Sottil al Catania

Luca Russo

Quanto costano ventuno minuti di insulti al presidente della Figc Franco Carraro? Fino a lunedì questo quesito non aveva una risposta. Il danno per gli improperi al massimo dirigente del calcio è stato però quantificato ieri dal giudice sportivo di serie C Francesco Gratteri solo omonimo del dirigente di polizia coinvolto nei processi del G8 a Genova. Gratteri ha infatti condannato il Genoa a pagare una multa di 1.000 euro per i cori offensivi rivolti dai suoi tifosi contro il leader della Federcalcio e gli organi federali durante la partita Genoa-Catanzaro di Coppa Italia del 7 agosto scorso ad Alessandria. La gara venne sospesa al ventunesimo per il lancio di razzi in campo e le proteste da parte dei supporters rossoblù ancora scottati dalla sentenza della retrocessione in C1. Manca invece ancora l'ufficialità di Monza come campo neutro individuato per il recupero tra Genoa e Pizzighettone mercoledì 7 settembre. Ufficiale è ora invece finalmente il passaggio di Diego Alberto Milito al Real Saragozza. Il secondo incontro tra i dirigenti delle due squadre ha perfezionato ieri la cessione a titolo temporaneo del giocatore alla società spagnola che si riserva l'opzione dell'acquisto in tempi prefissati. Ancora difficile invece comprendere il futuro di Roberto Stellone assente come Milito dagli allenamenti di Ronco Scrivia. Anche ieri a Milano si sono succeduti gli incontri, ma tutto sembra essere rinviato ad oggi ultima giornata del calcio mercato.
Chi invece ha deciso di cambiare destinazione è Sottil che andrà al Catania. La società rossoblu ha intanto ufficializzato l'arrivo di Michele Bacis. Il difensore 25-enne, proveniente dalla Fiorentina ma reduce da un campionato disputato ad Arezzo, ha già effettuato ieri le visite e si è già aggregato al gruppo. Tra i nuovi arrivi regna l'entusiasmo anche di chi come Stefano De Angelis ha rinunciato ad offerte dalla serie B per scendere il C con il Genoa. «È una gioia essere in una piazza come questa che non ha categoria - ha dichiarato il terzino sinistro - sono carico di stimoli e mi metto a disposizione del mister pronto ad incominciare questa nuova avventura». Un attestato di fede come quelli che continuano a sottoscrivere i tifosi. Ormai infatti è imminente il superamento del record di abbonati di serie B realizzato l'anno scorso quando si raggiunsero le 14733 tessere. Ieri in un solo giorno sono stati venduti ben cento abbonamenti e tante sono risultate le donazioni finite nella 'magic box' per la raccolta benefica «Un Cuore Grande Così». Il totale ha così superato il tetto dei 14.700. E per Ravenna si prepara il primo esodo. La società romagnola ha concesso anche il settore distinti e il numero dei tifosi rossoblu potrebbe così arrivare alle 5mila unità.