«Macché Ballardini, bisogna esonerare Lotito»

Adesso pure Gabriele Paolini, il celebre «disturbatore» delle dirette tv, ce l’ha con Lotito. Ieri è entrato in mutande nella Fontana di Trevi e davanti a turisti e curiosi ha protestato contro la crisi della squadra biancoceleste, di cui è grande tifoso.
Questo è solo uno degli episodi di una giornata convulsa in casa laziale, non certo la prima di un’annata davvero travagliata. Lo spettro della B fa sempre più paura, Ballardini ha le ore contate, il club biancoceleste sta per tesserare Edy Reja (o in alternativa Arrigoni, la riserva tenuta in caldo da Lotito, Cagni o Camolese). Sui blog dei tifosi molti applaudono alla scelta del tecnico goriziano, che certo non accende la fantasia dei supporter biancocelesti ma sembra riscuotere un discreto entusiasmo dalla piazza, convinta che a questi giocatori serva una guida abituata a lottare con il coltello tra i denti. «Credo che sia il migliore in circolazione in questo momento, ma con Lotito non potrà dormire sonni tranquilli..», il commento di uno dei supporter laziali. E c’è chi, invece dell’esonero di Ballardini, pure invocato a lungo da mesi, vorrebbe la testa del presidente. «È l’ora che per uan volta ad essere esonerato sia lui - uno dei messaggi più edulcorati - quando parla sembra l’oracolo di Melfi, la sua gestione non la capisco proprio, ha una rosa con un numero spropositato di giocatori, alcuni dei quali non vengono nemmeno presi in considerazione».
Si passa poi alle critiche sull’ultima campagna acquisti e soprattutto sulle promesse fatte e non mantenute (leggi mancati acquisti) nel mercato di riparazione. «Forte Maxi Lopez... farà un gol solo in questo campionato e proprio a noi che lo dovevamo prendere. Grazie anche per gli annunciati Veron, Golasa, Eguren, Rever e soprattutto mi è rimasto qui il fenomeno Elano (sembrava già a casa di Lotito)». Ora tanti si aspettano il reintegro di Ledesma, pronto come ha affermato ieri a scendere di nuovo in campo ed essere utile alla causa. «È necessario dare una mano alla Lazio, bisogna uscire da questa situazione difficile, poi penseremo al rinnovo del contratto».
«Non si doveva arrivare a questo punto, perchè Lotito non ha fatto pace con Ledesma?», si chiede un tifoso sul sito Piazzadellaliberta.it. «Per uno stupidissimo orgoglio, la Lazio ha perso Pandev, Manfredini, De Silvestri, un allenatore come Rossi e non fa giocare Ledesma, ora ha quello che si merita», l’opinione di un altro interlocutore del blog. E infine c’è chi pensa al patrimonio che la Lazio sta disperdendo: «Quest’anno Lotito ha perso Pandev e De Silvestri, l’anno prossimo toccherà quasi certamente a Zarate e Kolarov. E pensare che questa squadra nemmeno 10 anni fa aveva una rosa molto competitiva anche in Europa...».