Macché censura, solo equivoco: la Montalcini ospite di Fazio

Il giallo monta e si smonta nel giro di un breve volgere di ore, se non forse di minuti. Protagonista involontaria del caso è la scienziata centenaria Rita Levi Montalcini (nella foto) che proprio domenica 26 sarà ospite di Fabio Fazio nella trasmissione Che tempo che fa in onda su Raitre. Tutto è nato da un equivoco legato al fatto che la senatrice a vita (fu nominata da Carlo Azeglio Ciampi) non potesse partecipare al programma per rispetto alle norme sulla par condicio.
Una notizia, quest’ultima, che aveva fatto allarmare alcuni osservatori pronti a gridare allo scandalo in nome di una censura immotivata. E invece quello che doveva essere un caso è diventato semplicemente una incomprensione chiarita dallo staff della stessa Rai. La direzione generale ha infatti spiegato di non essere stata informata della presenza dell’illustre ricercatrice negli studi di Che tempo che fa e, una volta a conoscenza di tutto questo, ha dichiarato «di non avere alcun problema in merito» e che anzi, il premio Nobel per la medicina «è sempre un’ospite importante e gradita che dà lustro alle trasmissioni della Rai».
Nel frattempo era scoppiato il putiferio. Giuseppe Giulietti, portavoce del think tank di centrosinistra Articolo 21 prefigurava scenari inquietanti parlando già di un «nuovo inizio per il regolamento di conti nei confronti di tutte le trasmissioni e di quegli autori che da tempo erano stati indicati come sgraditi dal presidente del Consiglio e dal suo servizio d’ordine mediatico». Niente di più sbagliato. È stata la stessa Rai a raddrizzare il tiro e a spiegare i retroscena dell’equivoco. Così la Montalcini potrà festeggiare il più prestigioso dei suoi compleanni sotto i riflettori dello studio di Fazio.