«Macché G8, è solo una pulce»

«Apprendo con soddisfazione la notizia che è stato accolto il ricorso presentato dai legali del Genoa.Mi auguro che l’intervento del magistrato ordinario possa indurre anche i giudici sportivi ad un maggiore rispetto di quella imprescindibile imparzialità del giudizio che non mi sembra essere stata osservata in questa vicenda. Ribadisco tutta la mia personale vicinanza, e quella del Comune, alla causa del Genoa e dei suoi tifosi. Continueremo ad agire in tutti i modi perché una squadra dalla tradizione gloriosa possa giocare un campionato in collocazione adeguata alla propria storia. Con altrettanta chiarezza ritengo gravi e inaccettabili comportamenti come quelli che hanno fatto degenerare una manifestazione che era iniziata in modo civile, anche se animata da un comprensibile risentimento. Gli atti vandalici contro arredi urbani e automezzi, le aggressioni contro le forze dell’ordine, sono gesti che causano solo altri danni. Mi auguro quindi che simili azioni, del tutto estranee, ritengo, ai veri sentimenti dei tifosi genoani, non abbiano più a ripetersi. Voglio anche aggiungere che ho trovato del tutto fuori luogo qualche paragone in alcune cronache con agli avvenimenti del G8. In quei giorni erano convenute a Genova centinaia di migliaia di persone. La città era militarizzata e divisa da alte barriere, e le violenze furono purtroppo di ben altra gravità. Sarebbe come paragonare una pulce a un elefante».
sindaco di Genova