Macchine moderne già progettate nel Rinascimento

Nei nostri viaggi, così come nella vita di tutti i giorni, abbiamo Leonardo al nostro fianco. Moltissime infatti delle macchine che usiamo sono frutto del suo genio.
Carro armato
Tra le macchine da guerra di Leonardo, da sottolineare il prototipo di mitragliere e il carro armato, la sega meccanica e il cavafango, la gru scavacanali, la lira a forma di teschio e il tamburo meccanico.
La «Fiat di Leonardo»
Quando Girolamo Calvi, nel 1936, dette un’occhiata al Codice si affrettò ad annunciare la scoperta della «Fiat di Leonardo». Qualche anno più tardi, nel ’39, il primo modello del veicolo, realizzato dall’ingegner Giovanni Canestrini, apparve nel corso dell’esposizione milanese dedicata alle invenzioni leonardesche, annunciato come precorritore del differenziale.
Il robot marziano
Nel 2000 è emerso che le «molle a balestre» di ispirazione leonardesca hanno la funzione di regolare il moto e che il motore, in realtà, è una coppia di molle a spirale contenute nei tamburi sotto il carro. Il meccanismo di attivazione, in sostanza, ricorda quello delle auto giocattolo del primo Novecento, ma in molti hanno già notato che somiglia sospettosamente al robot Spirit in missione su Marte.