Macef, il business non si ferma: e sul web apre Macef+

Dai padiglioni di Fiera Milano a quelli virtuali di internet, il Salone internazionale della casa va on line. Per sei settimane la manifestazione, moltiplica le opportunità di affari per aziende e buyer: oltre 542 presenti per oltre 440 aziende e più di 5.800 visitatori già registrati. La novità accolta con interesse da espositori e compratori soprattutto dall’estero (oltre 1.000 registrazioni) con Russia, Turchia, Stati Uniti e Giappone in prima linea

Il Macef, il Salone Internazionale della Casa, non si ferma ma, si sposta dai padiglioni di Fiera Milano al web dove riapre nei padiglioni virtuali della piattaforma Macef+, e diventa fiera digitale. Finito il Macef “fisico”, inizia il Macef web: porte aperte per sei settimane per la manifestazione, moltiplicando le opportunità di business per aziende e buyer. E si tratta di un successo annunciato con oltre 542 presenti per oltre 440 aziende e più di 5.800 visitatori già registrati. Si tratta di una grande redemption da parte degli operatori del settore che hanno accolto con interesse la novità lanciata da Macef, soprattutto dall’estero (oltre 1.000 registrazioni) con Russia, Turchia, Stati Uniti e Giappone in prima linea.

Durante i quattro giorni di mostra "fisica" in Fiera Milano il team di Macef+ ha realizzato ben 60.000 fotografie utilizzate per realizzare gli stand della piattaforma digitale. Un’opportunità di visitare Macef per chi non è riuscito a venire a Milano nei giorni della manifestazione oppure per coloro che non hanno potuto completare la visita a tutti i padiglioni. Macef+ grazie all’ausilio della tecnologia propone un’ampia panoramica in fatto di interior design, oggetti per la casa, arredo e decorazione, tavola e cucina, bijoux, "made in Italy", proposte di tendenza e tradizione artigianale, moltiplicando le opportunità di stringere contatti e portare a termine accordi commerciali fino al prossimo 22 marzo, andando ben oltre i quattro giorni del Salone fisico.

Il business non si ferma, dunque, le trattative e gli affari vanno avanti come le visite agli stand che ora si aprono sul computer offrendo prodotti, novità e offerte con una visione senza confini dando la possibilità a chi espone e ai bure di proseguire trattative, stringere accordi, firmare ordini attraverso una piattaforma a loro dedicata e in grado di garantire accessi selezionati. Importanti risultati sono stati ottenuti anche sul fronte new media: attraverso i social network più diffusi, come Twitter, Facebook e Pinterest, Macef continua ad avvicinare un pubblico sempre più vasto e diverso. Ed è un successo testimoniato dai numeri: quasi 500.000 contatti raggiunti, più di 7.000 tweet scritti dai partecipanti con l’hashtag #Macef, 3.000 contatti LinkedIn, 1.000 nuovi utenti per il progetto Socialike, oltre 1.000 fotografie scattate e postate dagli utenti. Nei giorni di apertura più di 70.000 visitatori unici si sono collegati al sito Macef (www.macef.it), provenienti da ogni parte del mondo, con un incremento complessivo delle visite pari al 47% rispetto all’edizione di gennaio 2012.