Macef, dove sfila il fascino Al via il Salone della casa

Il fascino sfila al Macef (da oggi al 29 alla Fiera di Milano-Rho). A fare da caposaldo alla 92ª edizione del Salone internazionale della casa sono i numeri di settembre che, nonostante la difficile congiuntura economica, dimostrano il gradimento del pubblico per la manifestazione come momento imprescindibile per la definizione delle proprie strategie commerciali e per una concreta opportunità di business. A dimostarlo è il ritorno di importanti marchi che hanno fatto la storia dell’home design come Guzzini, Richard Ginori, Tvs, Wmf e poi ancora, Gio Style, Abert-Broggi 1818, Koziol e Lagostina che si affiancano a molti altri brand del comparto. Il successo è dovuto all’attenzione rivolta da sempre agli espositori. Attenzione che sul fronte dei buyer internazionali, Macef ha manifestato in particolare in quei mercati ritenuti strategici dagli espositori stessi con l’obiettivo di avviare quasi una mostra «su misura». Altrettanta attenzione verso il pubblico dei visitatori, sempre più coinvolti in dinamiche interattive coi percorsi di mostra. Ne sono un esempio le novità sul fronte tecnologico e dei nuovi media: sul sito www.macef.it, rivisitato nei contenuti e nella forma, Macef propone in tempo reale tutte le informazioni sulla mostra mentre sul fronte della comunicazione con il cliente va segnalata il debutto del salone sui principali social media: Facebook, Twitter, Tumbl, Flickr, e Youtube. Non si tratta solo di una moda comunicativa, ma di un percorso d’integrazione e interazione.
Sempre al fine di avvicinare Macef ai visitatori sono stati pensati percorsi di mostra immediatamente evidenziabili dal layout. Nuove ambientazioni studiate ad hoc che accompagnano il visitatore alla scoperta di nuove emozioni, creando un ambiente piacevole e che sia utile per capire le tendenze del mercato e per fare affari. Sul fronte più tradizionale dell’offerta espositiva, Macef conferma invece la suddivisione merceologica in macro settori: Arredo e Decorazione; Tavola, & Cucina; Argenti; Oggetti da regalo, Trade & Big Volume; Bijoux, Oro, Moda & Accessori. I 4 tradizionali settori diventano 5 perché l’Argento, in passato legato al settore Tavola, ritrova una sua connotazione specifica all’interno del padiglione 11. Dove, in un’area di forte appeal, si troverà la grande produzione dell’argento per la casa; oltre a una zona riservata alla persona con aziende produttrici di gioielli in oro e argento, pietre e semilavorati, unitamente a uno spazio riservato giovani designer internazionali del gioiello che sono a Macef.
Al Padiglione 9, invece, «Tradizione Italia» offrirà il meglio dell’oggettistica made in Italy e ospiterà alcune importanti rappresentanze regionali. E poi l’area tematica di Creativity - all’interno dei padiglioni 14-18 dedicati al Regalo, al Cart e al Big Volume - il progetto dedicato all’hobbistica creativa e alle arti manuali (prodotti per hobby e decorazione, belle arti, tessuto, filato, carta creativa). Confermate, anche dai risultati in ulteriore crescita, le iniziative dedicate ai designer: «Creazioni» e «Creazioni Designer», due momenti espositivi dedicati all’innovazione e all’artigianato di qualità che puntano a dare visibilità a quei contesti che operano tra arte e artigianato e che producono pezzi unici o piccole serie. Importanti anche gli spazi dell’area Bijoux di Macef, con i padiglioni dedicati a Bijoux, Oro, Moda & Accessori.