Il Macef fa subito il pienone E abitare diventa un gioco

Alla rassegna dell’arredare anche assaggi di cibi e bevande d’autore. Presentata la caffettiera con l’«oblò»

Gran folla ieri mattina in Fieramilano a Rho, per l’apertura del Macef Gennaio, la più rappresentativa mostra al mondo dell’interpretazione italiana dell’abitare. Una manifestazione imponente che ha saturato per intero il quartiere fieristico, con i suoi 2.611 espositori, 680 provenienti dall’estero. Tra le mete più gettonate, quella di Experience 8 (padigllione 8), un’area colorata, vivace e trasgressiva nella quale sono collocate le aziende che producono e propongono oggetti per chi vuole una casa giovane e divertente; per chi non rinuncia al colore, a idee e forme nuove e, in definitiva, per chi vive la libertà dentro casa e per le strade.
Vi hanno trovato spazio 72 aziende che sono state disposte a condividere un progetto di comunicazione giovanile e quanto mai vivace, che fa leva su un numero incredibile di eventi, in un’atmosfera festosa ricca di prodotti di brand merchandising e perfino con un sottofondo musicale. La piazza di Experience 8 è un’area «urbana» che permette ai visitatori di riposare e degustare particolari «assaggi creativi» progettati per l’occasione, ascoltando musica e sfogliando libri e riviste.
Accompagnati dalle scelte musicali selezionate presso il Coffee Art si possono degustare i cibi provocatori del Food design color di MisMas (alle ore 13, con birre Eurosaga) interpretati dallo studio Food Design di Paolo Barichella, il cioccolato di Valrhona presentato dalla Pasticceria Besuschio (alle 15,30) e i cocktail solidi, da mangiare e non da bere, di Shake, che chiudono il programma di ogni giornata alle ore 17,30. Ad Experience 8 non c’è solo progettualità nel cibo, ma anche creatività, design e arte. Dal muro di cioccolato Chocowall alto due metri, a quelli dipinti dai Writer Gatto, Asker e Guido o decorati dai grafici di Urban Magazine, premiati dall’Adi per la grafica. Completano il quadro le performance Gioielli di carta di Laura Zeni e Il mondo dei pupazzi di stoffa di Alessandra Paglialonga.
Al centro del padiglione 8, infine, è collocata l’installazione Design in Multicolor, cioè la parte del progetto Paese Ospite, la Spagna, dedicata alla stilista di moda e designer catalana Agatha Ruiz de la Prada. Dallo scorso gennaio infatti, nella sua edizione di Primavera Macef dedica spazio e visibilità – attraverso un progetto speciale – a un «paese Ospite»; che nel 2006 è stato il Giappone e che nel 2007 sarà la Spagna. Da sempre, infatti, le aziende spagnole sono fra le più numerose nel novero degli espositori esteri del Salone e i suoi operatori commerciali sono ai primissimi posti fra i visitatori.
Girando tra i padiglioni si scoprono tantissime novità per rendere più confortevole e vissuta la casa: oggettistica funzionale e bella da vedere, ma anche futuristica. Un esempio? L’evoluzione della classica caffettiera. Il caffè a casa è un rito che accompagna i momenti importanti della giornata. Così Forever, giovane azienda da poco entrata nel mercato degli articoli casalinghi, ha lanciato «Miss Cocò», una caffettiera dalle caratteristiche innovative che, grazie a un oblò trasparente posto sul coperchio, permette di controllare l’uscita del caffé per «vedere» quando è pronto. Non solo: grazie a un programma di simulazione computerizzato, che ha permesso di definire il miglior rapporto aria-acqua all’interno della caffettiera in modo da ottimizzare il processo di risalita dell’acqua attraverso il filtro, garantisce un gusto e una qualità del caffè costanti.