Made expo scommette sulla ripresa: l'edilizia può ripartire

Fiera Milano: aperta fino a sabato 21 la rassegna internazionale di architettura, design e costruzioni che ha dedicato una mostra ai materiali usati per realizzare Expo Milano 2015. Nell’ultimo quadrimestre 2014 compravendite di immobili +7,1%

Il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, e il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, hanno inaugurato nel polo fieristico di Milano-Rho, la rassegna internazionale dell’architettura, design e costruzioni meglio conosciuta come Made expo, aperta fino a sabato 21.

Concitato l’avvio della conferenza stampa, con un vero e proprio assedio di cronisti e cameramen, a tratti – per onor di cronaca – anche incivile. Finalmente Lupi riesce a parlare per dire che "Si comincia a percepire un momento di ripresa. Le fiere sono il primo sentore, e questa edizione di Made expo è molto importante così come lo saranno poi anche le rassegne dell’arredamento, del cibo eccetera, oltre ovviamente alla Esposizione Universale. La parità euro-dollaro - ha aggiunto il ministro - ci favorisce nelle esportazioni ma è positivo anche per la ripresa del mercato interno. Ora noi dobbiamo cogliere tutti insieme questa sfida. Gli operatori dell’edilizia sono sempre in prima fila e all’avanguardia. E la ripresa punta sulla nostra prima risorsa che è sempre la qualità, anche nell’edilizia".

Lupi e Squinzi sono stati accolti dai padroni di casa: Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo, e Giovanni De Ponti, amministratore delegato di Made Eventi. Proprio De Ponti, presentando la rassegna nel Padiglione 2 dedicato a Building the Expo (una mostra che espone in anteprima e in scala ridotta i padiglioni di Expo 2015), ha sottolineato la scommessa di Made expo: "Una fiera che punta tutto sul rilancio del settore dell’edilizia in Italia".

"Si colgono piccoli segnali di ripresa – gli ha fatto eco il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi –. Segnali emblematici di un legame preciso tra Made expo e l’Esposizione Universale di maggio, un ponte importantissimo in un momento di congiuntura internazionale favorevole. Certo non possiamo fermarci, l’azione del governo deve portare a termine, e con decisione, le riforme. Mentre da parte nostra occorrono investimenti in ricerca e innovazione. Dobbiamo realizzare una crescita vicina al 2% per tenere in equilibrio i nostri conti".

Poi i numeri. Secondo il presidente dell’Ance, Paolo Guzzetti, infatti, nell’ultimo quadrimestre 2014 le compravendite di immobili registrano un confortante +7,1%: "Finalmente gli italiani - ha detto - hanno ripreso a comprare casa".
Infine Lupi, sempre più stretto nella morsa dei cronisti, sulla bufera scatenata dall’inchiesta sulle grandi opere: "Se ho sbagliato chiederò scusa a tutti. Chiederò scusa innanzitutto alla mia famiglia, ai miei amici, alle persone che credono in me e agli italiani, se avessi fatto o fosse riscontrato abbia fatto qualsiasi gesto sbagliato e irresponsabile. Ma finché io ritengo di non avere mai fatto tutto ciò, la mia azione è lì. Quando si dimostrerà l’opposto ne prenderò immediatamente atto, perché sarebbe giusto chiedere scusa a tutti".

Conclusa la cerimonia di inaugurazione, via libera alla rassegna con l’invasione delle delegazioni straniere, professionisti, contractor, developer e architetti provenienti da tutto il mondo. Un successo annunciato.

Commenti

swiller

Gio, 19/03/2015 - 10:39

Ma quante palle.