Il made in Italy al Cibus di Parma

Tredicesima edizione di Cibus dal 4 al 7 maggio prossimi a Parma, www.fiereparma.it. È il salone internazionale dell’alimentazione, quella dove il cosiddetto Italian food dà appuntamento al mondo per presentare il meglio di sé, ma anche la sede dove conoscere il meglio del resto del mondo. Sette i padiglioni, ognuno con un tema preciso: 1. prodotti lattieri caseari; 2. pasta, conserve e caffè; 3. ancora pasta e conserve più surgelati e beverage; 4. caffè (e altre paste e altre conserve); 5. carne e salumi; 6. partecipazioni estere ed eccellenze regionali; 7. Dolce Italia ovvero la seconda edizione del salone dolciario. In mostra migliaia di prodotti originali, quelli che andrebbero meglio difesi all’estero, ad esempio in un’America dove furoreggiano le merci taroccate che sfruttano la positività dell’italian sounding, quei cibi simil-italiani che ovunque tantissimi acquistano, convinti di mangiare italiano al 100 per cento, senza rendersi conto che quei formaggi, quelle paste e quelle conserve sono prodotti in Argentina e Nuova Zelanda, Cina e Stati Uniti e di italiano hanno solo nome e immagine, non l’anima.