Il «made in Italy» pulisce dai rifiuti anche l’Himalaya

Un nuovo successo si profila per la tecnologia made in Italy nel mondo. Stavolta si guarda alla tutela dell’ambiente, preparandosi a difendere le catene di Himalaya e Karakorum dalla sempre più imponente massa di rifiuti portati in quota da spedizioni alpinistiche e trekking. Un obiettivo che potrà essere raggiunto grazie a Earth (Ecological activity for refuse treatment at high-altitude), progetto di ricerca applicata per contribuire alla salvaguardia ambientale delle aree remote di alta quota, messo a punto dal Comitato Ev-K2-Cnr, punto di riferimento per l'attività di ricerca scientifica e tecnologica nelle regioni montane, e Actelios, società del Gruppo Falck leader nel settore dell'energia da fonti rinnovabili. Si tratta di un’attrezzatura prototipo per il trattamento termico dei rifiuti di spedizioni alpinistiche, trekking, comunità locali e parchi d'alta montagna.