Il «made in Italy» viaggiante: varata l’ultima meraviglia Msc

da Civitavecchia

Sobria, elegante, a volte minimalista, soprattutto italian style. È «Orchestra», l’ultima nata in casa Msc, il colosso italiano delle crociere, erede dalla napoletana Starlauro. Il varo ieri dal porto di Civitavecchia con una madrina d’eccezione, Sophia Loren, e un battesimo da Oscar con Ennio Morricone. Tredici piani, sessanta metri d’altezza, quasi trecento metri di lunghezza e trentadue di larghezza per oltre 1.270 cabine e 980 membri dell’equipaggio e personale di bordo: insieme con «Poesia», nave gemella, è pronta a fare della città portuale a Nord di Roma la base logistica nel Mediterraneo. Punto di partenza ideale per rotte tra Francia, Spagna, Marocco, Malta, Grecia, Turchia e Cipro. «Uno studio effettuato sui dati passeggeri del 2006 - affermano i vertici della Mediterranean Shipping Cruises - evidenzia che ciascun viaggiatore che transita per Civitavecchia, all’imbarco o al ritorno, spende in media sul posto circa 70 euro. Per il 2008 con Orchestra e Poesia arriveremo a ospitare nelle nostre cabine fino a 250mila persone. E il conto dell’incoming anche solo mordi e fuggi in città è presto fatto». Non solo. Su Civitavecchia Msc insieme con altri due operatori è partner nel piano di investimenti da 20 milioni di euro per la realizzazione del Roma Cruise Terminal. «Siamo convinti - spiega Pierfrancesco Vago, amministratore delegata Msc - che questo terminal sia un polo strategico attorno al quale catalizzare lo sviluppo turistico della Capitale e dell’intera regione, pensando a un servizio crocieristico nazionale e internazionale integrato con gli aeroporti romani. Con noi lavorano più di 8mila agenzie di viaggio. L’impegno tutto italiano nel settore è grande. E in Civitavecchia confidiamo per sfruttare e ampliare al massimo ogni possibilità di miglioramento».
Altre quattro navi di nuova generazione salperanno entro il 2010: «Poesia», «Fantasia», «Splendida» e «Magnifica». «Contiamo di arrivare a trasportare oltre un milione e 100mila passeggeri per il 2011, a pieno regime - sottolinea Domenico Pellegrino, direttore generale Msc -. Con incremento di posti letto di sei volte tanto in nove anni di attività». Cinquantadue scali e 130mila passeggeri nel 2007, per il prossimo anno l’obbiettivo è di 250mila su 63 scali. Ieri pomeriggio «Orchestra» ha lasciato Civitavecchia alla volta di Genova. Da qui il vernissage alla scoperta di Francia, Spagna, Portogallo e Marocco, quindi si posizionerà in Adriatico dove resterà per l’estate. Due le crociere nel Mediterraneo Orientale e Occidentale via Civitavecchia, per quindici giorni e undici notti passate a bordo. E una novità assoluta nel panorama internazionale pronta a debuttare con «Fantasia» e «Splendida»: un esclusivo club Dolce Vita a sei stelle. «Un unicum - aggiunge Vago - con un'area completamente esclusiva con cabine-suite di quaranta metri quadrati con vetrata panoramica sul mare, chef personale a disposizione, idromassaggi e quant’altro di lusso si voglia avere a portata di mano con ascensori diretti a piscine e saloni comuni. Ma sempre con una politica di prezzi nei limiti, contenuta».