Madonna, il giallo dell’adozione in Malawi

Il ministro dell’informazione afferma che la star ha avviato le pratiche, ma la portavoce della cantante smentisce

da Milano

C’è chi dice che abbia addirittura adottato un bambino malato di Aids. Il viaggio di Madonna in Malawi (è arrivata con un jet privato insieme al marito Guy Ritchie) è finito come prevedibile al centro delle cronache. Stavolta però il motivo non è la solita croce sul palco oppure la parrucca anni Trenta che la popstar indossava l’altro giorno in Giappone. È la presunta adozione di un orfano. Secondo il ministro dell’Informazione Patricia Kaliati, l’entourage di Madonna «ci ha chiesto di identificare dodici bambini di un anno e il ministro competente l’ha fatto. Per quello che so è che un bimbo è stato identificato ieri». Ma il portavoce della popstar ha subito negato senza se e senza ma. Di sicuro l’altro ieri Madonna è andata a visitare i 128 bambini dell’orfanotrofio a poca distanza da Blantyre.L’istituto è stato incluso nella gigantesca iniziativa legata alla sua ultima tournée, che ha raccolto fondi per i bambini malati di Aids. Finora sono stati raccolti circa cinque milioni di dollari, parte dei quali contribuisce a mantenere la struttura di Blantyre. Un’altra parte sarà destinata alla costruzione di un centro per la cura di circa mille bambini a Lilongwe.