«Una Madonna in regalo»

Un nuovo corso è possibile in Albania: la recente missione inviata a Tirana dal presidente Formigoni per favorire gli scambi commerciali con il nostro Paese ne è una dimostrazione. Le storie a fianco, anche: sono voci di universitari albanesi impegnati a farsi strada. Dedi Ardian, 31 anni, non ha fatto l’università, lavora come muratore. Ma anche lui ha fatto qualcosa di importante. Racconta: «Prima di Natale lavoravo in un cantiere in via Barrili e avevo saputo che era stata rubata la statua della Madonna dal cortile dello stabile. Quel gesto mi ha infastidito: lì vivono tanti anziani. Ho pensato di regalargliene una nuova». Oggi la statua (costata 500 euro) è al suo posto. Per Dedi un cartello firmato da tutti gli inquilini: «Grazie».