Madrid chiede aiuto all’Ue per gli sbarchi clandestini

Madrid. Il governo spagnolo ha lanciato un appello all’Unione Europea perché intervenga a sostenere gli sforzi del Paese dinanzi al massiccio arrivo di profughi africani nelle Isole Canarie. La Spagna non è in grado di fronteggiare da sola l’emergenza, ha detto ieri il ministro degli Esteri spagnolo, Miguel Angel Moratinos, in margine a un colloquio a Berlino con il collega tedesco Frank-Walter Steinmeier. A suo avviso, la Commissione europea e i governi della Ue dovrebbero attivarsi a sostegno della Spagna. Moratinos intende presentare una proposta del suo governo per una «Iniziativa sull’Africa» alla riunione dei ministri degli esteri dell’Unione Europea in programma venerdì a Bruxelles.
Soltanto nell’ultimo fine settimana sono giunti sulle coste delle Canarie più di mille immigrati africani, gran parte dei quali provenienti da Senegal e Mauritania. Secondo il quotidiano El Mundo, la Spagna noleggerà un satellite per controllare le zattere con gli immigrati provenienti dall’Africa. Con un dispositivo degno di una guerra incruenta, il governo di Madrid ha annunciato una serie di dispositivi per mettere un freno all’incessante arrivo di disperati.