Madrid, mercato ai massimi

New York ingessata, in attesa delle decisioni della Fed sui tassi, ove tuttavia i risultati aziendali hanno penalizzato blue chip, come Procter & Gamble e Qwest Comm. In Europa invece tutte le Borse hanno chiuso in negativo, con la sola eccezione di Madrid (più 0,28%), che tocca un nuovo record; mentre Milano è rimasta invariata. Penalizzata Parigi dal crollo di Michelin (meno 6,4%), per un rallentamento delle vendite nel terzo trimestre. Sulla piazza francese Vinci cresce del 4,7% sui rumors di una possibile Opa che verrebbe lanciata da François Pinault e Romain Zaleski. A Londra di nuovo in calo i minerari, ma in controtendenza Schroders (più 5%); mentre a Francoforte bene i bancari, con Postbank in crescita del 2,5% e Commerzbank dell’1,6 per cento.