Madrid in pressing, lui frena: «Non sapevo d’aver firmato»

Gian Piero Scevola

Capello torna al Real. Le voci arrivano da Madrid: nella prossima stagione Capello si riapproprierà del titolo di Don Fabio per tornare a essere il tecnico del Real. Secondo l’emittente radiofonica spagnola Cadena Cope, una radio sempre ben informata sui movimenti calcistici delle merengues, l’accordo sarebbe stato raggiunto la scorsa settimana e l’attuale allenatore della Juventus prenderebbe in mano la squadra il prossimo luglio. L’accordo prevederebbe una penale come indennizzo nel caso una delle due parti non mantenesse l’accordo. Il tecnico di Pieris tornerebbe così a Madrid nove anni dopo: guidò infatti il Real nel 1996/97 riuscendo a vincere il titolo della Liga con la bellezza si 92 punti.
Il presidente madridista Florentino Perez, per accontentare in sede di mercato il prossimo allenatore, avrebbe già pronto un nuovo “galactico”, guarda caso pescato proprio a Torino. Non è una novità il forte interessamento degli spagnoli nei confronti di Gianluigi Buffon e di Ibrahimovic e uno dei due (se non emtrambi) potrebbe accompagnare l’allenatore nella capitale spagnola. Alla Juve però non sembrano preoccuparsi più di tanto delle notizie «made in Spain». Luciano Moggi ci ride addirittura su. «Sono le solite notizie che arrivano dalla Spagna», afferma il dg bianconero. «In Inghilterra pubblicano che siamo interessati a Roy Keane che ha lasciato il Manchester. Ma noi compriamo giocatori che hanno al massimo 30 anni. Keane ne ha 34 e non rientra nei nostri piani. Questo fa pari con la notizia su Capello che in pratica va al Real Madrid».
E Don Fabio a fine gara: «Questa notizia l’ho sentita anch’io, ma non sapevo di aver già firmato per il Real con tanto di penale. Non mi piacciono le minestre riscaldate. E poi è difficile tornare in un posto dove si è già stati e dove ci sono gli stessi giocatori, mi era già capitato col Milan».