Maestra d’asilo incinta al sesto mese si butta da un ponte

Era felice per la prossima nascita del primo figlio e non sembrava avere problemi di salute, la maestra di 35 anni, al sesto mese di gravidanza, che ieri mattina si è tolta la vita lanciandosi da un viadotto di 120 metri in Valtellina. Neppure il marito, che disperato ha assistito al recupero del corpo, ha saputo dare una spiegazione. La donna ieri mattina (la notizia è stata resa nota solo in serata) è uscita presto di casa a Morbegno, nonostante la scuola materna presso cui lavorava fosse chiusa, come ogni sabato. Ha raggiunto Tartano, il comune a qualche chilometro di distanza dove era nata, ha parcheggiato la vettura sul viadotto e si è lanciata nel vuoto. A dare l’allarme è stato poco dopo un altro automobilista, che si è insospettito quando ha visto l’auto ferma lungo il ponte. Il viadotto è tristemente famoso, proprio per l’alto numero di suicidi: il volo di 120 metri, non ha mai lasciato scampo.