Maestri di chirurgia per ridare il sorriso

La soddisfazione più grande, per il dottor Eyal Gur, è quando un paziente arriva al Sourasky medical center e, finalmente, sorride. Significa che lui, chirurgo plastico a capo dell’unità di microchirurgia, è riuscito a svolgere il suo compito: ridare il sorriso a chi l’ha perso, per una paralisi facciale dovuta a cause neurologiche. Può capitare, magari per un incidente stradale, come al giovane palestinese Ahmed Fakhouri che, per la vergogna di quel segno sul volto, si nascondeva persino ai familiari. Gur gli ha restituito il sorriso, grazie a una tecnica complicata e a una serie di operazioni durate, in tutto, 15 mesi.