Maestro dell’interpretazione nel segno di Heidegger

Fra i padri dell’ermeneutica (cioè della metodologia dell’interpretazione) contemporanea, Hans-Georg Gadamer (1900-2002), muovendo da una rimeditazione dell’eredità di Heidegger e, prima ancora, del pensiero occidentale dai greci a Hegel, dà una presentazione sistematica di questa branca della filosofia. In Verità e metodo contrappone allo scientismo e all’epistemologismo una rivendicazione della portata di verità di altre esperienze-chiave dell’esistenza, come quella estetica, quella storiografica, quella del dialogo interpersonale.