Un Maestro di dodici anni all’internazionale di scacchi

Paolo Fasce

Il torneo internazionale organizzato dal circolo Genova Scacchi approda alla sua nona edizione, confermando la settimana a ridosso del ponte di ferragosto sul quale l'evento planerà per il gran finale. Il torneo, che si svolgerà al Novotel, è diviso in tre tronconi e per tutti avrà inizio lunedì 8 alle ore 17, ma per iscriversi occorre confermare entro le 16.00 (www.genovascacchi.it). Luciano Ferraro è il presidente del circolo organizzatore. Il 9° open internazionale di Genova sarà stellare?
«Certamente sì - afferma con sicurezza Ferraro - e molti sono i motivi. Lo dicono i numeri: oggi abbiamo 120 preiscritti, mentre l'anno scorso nello stesso periodo eravamo fermi a 70. Alla fine abbiamo battuto il record dell'anno precedente e ci siamo attestati appena sopra i 150 partecipanti. Oggi speriamo di superare la soglia psicologica delle 200 persone che ci permetterebbe di essere inclusi nel gotha dello scacchismo italiano». Un torneo così importante, sarà quindi elitario, riservato ai super campioni… «Certo che no. Gli scacchi sono un gioco molto popolare e l'organizzazione di un evento di questo tipo tiene sempre in considerazione il livello di gioco e le aspirazioni di ciascuno. Quest'anno, accanto all'open A e B, abbiamo anche l'open C». Il che significa… «che - prosegue Ferraro - chiunque potrà prendere parte a questa manifestazione, che è bene segnalare, gode del marchio di "manifestazione preolimpica ufficiale", perché Grandi Maestri, Maestri Internazionali, Maestri e giocatori di rango si scontreranno in un girone a loro riservato, gli esperti avranno il loro spazio, ma anche bambini e amatori potranno divertirsi nel girone che li aspetta». Bambini? «Al torneo parteciperà un Maestro Fide spagnolo, di nazionalità statunitense che si chiama Fabiano Caruana. Ha dodici anni! Ma i principianti non lo incontreranno, lui gioca nell'open A». Segnaliamo ancora le presenze del bulgaro Chatalbashev, dell’uzbeco Barsov, dell’israeliano Oratovsky e del serbo Lazic. A loro daranno del filo da torcere il Maestro Internazionale Mario Lanzani e la Grande Maestra Femminile Olga Zimina.
L'appuntamento quindi è al Novotel dove, nella torrida estate 2005, non si patirà certamente per i caldo: è garantita l'aria condizionata.