Il maestro unico è un ritorno al passato? No, allora non c’era l’autonomia scolastica

Il maestro unico non sarà mai l’unico maestro di quella classe ma sarà sempre affiancato almeno dall’insegnante di inglese. La relatrice del decreto, Valentina Aprea, sottolinea due effetti positivi per il sistema educativo: si amplia la libertà di scelta delle famiglie e si recupera la funzione educativa del docente quale punto di riferimento anche dal punto di vista relazionale. Non è corretto parlare di ritorno al passato, paragonando questo modello a quello degli anni ’70-80, perché da allora è cambiata la cornice giuridica e con l’autonomia scolastica è stata di fatto abolita la rigidità dei modelli organizzativi e dunque anche quella dei tre insegnanti su due classi.