Mafia, commissione verso la revoca

Il Pdl a Palazzo Marino non perde tempo, e il giorno della sua costituzione, sta già lavorando alla sua prima azione: revocare, con una nuova delibera, la neonata Commissione consiliare d’inchiesta antimafia, votata all’unanimità da tutto il consiglio comunale il 5 marzo scorso. Nel partito di maggioranza, sempre più convinto che l’organismo non riesca a svolgere una reale funzione d’indagine, non potendo avvalersi del contributo delle autorità inquirenti, si è fatta strada l’idea di tornare sui propri passi e annullare con un nuovo atto il documento che aveva dato vita alla commissione. Al testo della delibera si è già messo al lavoro il capogruppo Giulio Gallera.
La maggioranza aveva già dato segnali di dissenso non partecipando alla prima riunione della commissione, che era riuscita comunque ad insediarsi.
Sul tema delle infiltrazioni mafiose però il Pdl sta definendo un programma di incontri.