Mafia, Schillaci non depone in aula: multato

L’ex bomber di Italia ’90 non si è presentato a deporre come teste. Ex socio di uno degli imputati accusato di
estorsione e associazione mafiosa, secondo il pm avrebbe chiesto l’intervento dell'uomo
dopo aver subito alcuni danneggiamenti presso la scuola calcio da lui gestita

Palermo - L’ex bomber di Italia ’90, Totò Schillaci, è stato multato dal tribunale di Palermo perché non si è presentato a deporre come teste nell’ambito di un processo di mafia. Il presidente del collegio, Vittorio Alcamo, ha inflitto al calciatore un’ammenda di duecento euro e lo ha diffidato a presentarsi alla prossima udienza, minacciandolo, se dovesse mancare ancora, a farlo accompagnare coattivamente dai carabinieri. Schillaci, ex socio di uno degli imputati del processo, Eugenio Rizzuto, accusato di estorsione ed associazione mafiosa, secondo il pm avrebbe chiesto l’intervento di Rizzuto dopo avere subito alcuni danneggiamenti presso la scuola calcio da lui gestita.