Mafia Trapani e Trento, le mani dei boss sull’eolico

I boss mafiosi avrebbero messo le mani sulla realizzazione dei parchi eolici in Sicilia. È quanto emerge dall’inchiesta che ieri ha portato all’arresto di otto tra politici trapanesi e imprenditori, tra cui uno di Trento. Secondo l’inchiesta Eolo, condotta da polizia e carabinieri, famiglie mafiose legate al boss Matteo Messina Denaro avrebbero messo le mani sul meccanismo che porta alla realizzazione dei parchi eolici che gode di forti incentivi pubblici. Tra le amministrazioni comunali coinvolte c’è quella di Mazara del Vallo, uno dei Comuni siciliani che sta spingendo di più per gli investimenti sull’eolico. , sindaco di Salemi: «L’avevo detto».