Il mafioso per finta Viggo Mortensen smantella a Londra una gang russa

David Cronenberg è altamente ineguale, ma i suoi devoti troveranno interessante anche La promessa dell'assassino, il cui protagonista è Viggo Mortensen, come in History of Violence. Lo sfondo stavolta è geograficamente londinese, di londinesi d'Australia come l'ostetrica Naomi Watts, ed etnologicamente russo, di russi interpretati dall'americano d'origine danese Mortensen, dal francese Vincent Cassel e dal tedesco Armin Müller-Stahl! Oltre al forse voluto marasma linguistico, c'è un difetto più grave: la dabbenaggine del personaggio della Watts, che investiga sulla morte d'una puerpera andando a farsene tradurre il compromettente diario da chi l'aveva resa schiava, pur convivendo con un patrigno russo. Il buono, il finto mafioso Mortensen, taglia non unghie, ma ultime falangi a un morto ammazzato.

LA PROMESSA DELL'ASSASSINO di David Cronenberg (Canada/Gb, 2007), con Viggo Mortensen, Naomi Watts. 99 minuti