Maggio: «Con questa Samp sabato possiamo vincere»

«Con una Sampdoria così, possiamo trovare continuità». Un passo indietro per andare avanti, a Bogliasco i blucerchiati analizzano ancora la vittoria di Cagliari per capire come battere l'Empoli, nell'anticipo delle 18 di sabato prossimo.
In questa Sampdoria che tenta di recuperare i pezzi lasciati per strada, ci sarà Christian Maggio, centrocampista scoperto da Novellino che si vuole consacrare sotto la gestione Mazzarri. Infortunio assorbito, sarà lui a correre sulla fascia destra dopo un periodo di riposo forzato: «Mi sento bene, ho recuperato quasi in tutto - racconta Maggio -, mi manca ancora un po' di resistenza. Alla fine a Cagliari ero molto stanco, ma questo è normale e lo supererò giocando. Così potrò dare un po' di respiro a Zenoni. Ha giocato senza sosta con impegni continui e ravvicinati facendo grandi sforzi. Ora possiamo lamentarci, anche se è vero che lui si è già adattato in un altro ruolo, visto che domenica ha giocato in difesa».
Maggio anche autore di un gol bello a vedersi, che ha chiuso la partita con il Cagliari e che si è divertito a raccontare: «Mi ha aiutato il modo di marcare dei nostri avversari - racconta il centrocampista doriano -. Con la zona ci hanno lasciato spazi e anche nell'occasione del gol mi sono trovato praticamente smarcato. Per me, comunque, buttarla dentro è stata una bella iniezione di fiducia».
Si volta pagina, dal Cagliari all'Empoli, l'occasione è quella di dare continuità ai risultati, magari centrando una seconda vittoria, «è quello che proveremo a fare - spiega Maggio -. Dopo la vittoria di domenica nell'ambiente è tornata la serenità e, sia psicologicamente sia moralmente, siamo su un altro livello. Abbiamo scacciato gli incubi che ci tormentavano dopo le sconfitte di Catania e Milan. Se sapremo interpretare la partita come abbiamo fatto domenica sarà possibile vincere».
Di fronte una squadra che ha dato tormento alle grandi, sulla cui panchina c'è una vecchia conoscenza dell'ambiente blucerchiato, Gigi Cagni. L'Empoli quest'anno è riuscito a battere il Milan a San Siro e quattro giorni fa a rimontare la Roma in vantaggio di due gol. Ai toscani mancherà Saudati, ed è in forse anche il baby talento Giovinco: «Ma l'Empoli non è solo questo - spiega Christian Maggio -. È una squadra concentrata e quadrata che ha giocatori pericolosi in tutti i reparti. Ma dobbiamo far prevalere il fattore campo».
Oggi seduta pomeridiana, con il rientro in gruppo di Lucchini che sarà disponibile già per sabato pomeriggio. Assenti ancora Accardi, Delvecchio e Campagnaro. Intanto, Antonio Cassano continua la sua preparazione differenziata e le terapie di recupero dall'infortunio.