A maggio saldo positivo grazie agli obbligazionari

Raccolta netta positiva di 525 milioni per i fondi comuni nel mese di maggio, secondo i dati definitivi di Assogestioni che confermano le anticipazioni. Il ritorno in attivo (meno 413,6 milioni in aprile) è stato trainato dai fondi obbligazionari, con un saldo positivo di 2,03 miliardi, più che doppio rispetto ai 0,93 miliardi di aprile e dai fondi hedge, che accelerano ulteriormente, con una raccolta netta di 1 miliardo (da più 0,66 miliardi).
Raccolta netta ancora pesantemente negativa per i fondi azionari a meno 1,17 miliardi (da meno 0,78 miliardi) e in rosso per 1,02 miliardi anche i fondi di liquidità (da meno 0,31 miliardi). Saldi mensili di importi inferiori per i fondi bilanciati, in rosso per 0,22 miliardi (da meno 0,40 miliardi) e per quelli flessibili (meno 79 milioni da più 213 milioni). Complessivamente a fine maggio il sistema dei fondi comuni ha visto il patrimonio attestarsi a 552,51 miliardi dai 543,6 miliardi di aprile e il saldo della raccolta da inizio anno è positivo per 1,72 miliardi.
Quanto alle tipologie giuridiche dei fondi, il maggior successo di raccolta anche a maggio va ai fondi hedge (1 miliardo di raccolta e 16,9 miliardi di patrimonio) mentre i fondi aperti hanno registrato un saldo negativo di 0,52 miliardi (da meno 1,04 miliardi) per un patrimonio di 526,82 miliardi.
Marginali i fondi riservati con una raccolta positiva di 52 milioni e un patrimonio di 8,7 miliardi. Nei primi 5 mesi dell’anno la raccolta è stata decisamente trainata dai fondi hedge, la miglior categoria con un saldo di 2,77 miliardi seguita da quelli riservati con 1,15 miliardi.