La maggioranza: «Contro il debito i fondi di Bankitalia»

Utilizzare parte delle riserve della Banca d’Italia per ridurre il debito pubblico. È quanto prevede la risoluzione di maggioranza al Dpef presentata alla Camera. L’Unione chiede, quindi, che il governo si impegni a cercare con l’Unione europea «forme concordate di utilizzo delle riserve delle banche centrali, in oro e in valuta». Una strada che l’Italia ha già cercato di percorrere in passato, sempre senza successo. Difficile, anche questa volta, che Bruxelles dia il via libera, visto che le riserve non possono essere usate per scopi di finanza pubblica. Ancora più difficile che un via libera venga dalla Banca centrale europea, visto che le riserve in oro e in valuta sono a presidio della stabilità della moneta comune. E a presidio dell’indipendenza delle autorità monetarie.