La maggioranza ha l’uomo in più

Contrariamente alla consuetudine, che vede nel bilancio di previsione un'occasione per chi vuole smarcarsi, il sindaco di Sanremo Maurizio Zoccarato ha trovato, proprio sulla pratica finanziaria, un allargamento della sua maggioranza.
Il documento, su cui si basa la programmazione politica ed amministrativa, ha infatti ricevuto il voto favorevole di Gian Maria Tinelli, consigliere fino ad oggi d'opposizione, eletto nella lista civica dell'ex sindaco Claudio Borea di cui era stato anche assessore.
Tinelli continua a definirsi indipendente, ma il suo voto favorevole al bilancio ha un chiaro ed evidente significato politico. La maggioranza sembra quindi aver riacquistato il suo numero iniziale, dopo aver perso lo scorso anno Massimo Donzella, eletto poi in consiglio regionale come uomo di riferimento sul territorio per il presidente Claudio Burlando.
«Quando si parla di bilancio si fanno spesso battaglie politiche – ha detto il sindaco Zoccarato – credo però che in questo difficile momento bisognerebbe guardare oltre, per risolvere i problemi ed essere propositivi». La manovra finanziaria, pesantemente condizionata dal calo di incassi del Casinò municipale, prevede anche un aumento della Tarsu, la tassa sulla spazzatura, e l'introduzione dell'addizionale Irpef.
«Sul sociale non è stato applicato nessun taglio – ha sottolineato dal canto suo l'assessore al Bilancio, Diego Maggio - Inoltre prenderemo in considerazione una possibile riduzione dell'Irpef per le persone meno abbienti». Intanto ieri mattina è stato nominato il nuovo consiglio di amministrazione di «Area 24», la società che gestisce la pista ciclabile da Ospedaletti a San Lorenzo al Mare. La carica di presidente è stata affidata al direttore di confindustria Giuseppe Argirò.
«Non ci si poteva sottrarre alla responsabilità di affrontare un momento così difficile – ha dichiarato quest’ultimo - La società è in una condizione economica molto critica. Sarà complicato mettere a posto le cose, ma sono fiducioso perché questa è un'opera troppo importante per il territorio, su cui basare il modello di offerta turistica».
Il consiglio di amministrazione della società è inoltre composto da Paolo Pippione del Popolo della libertà, Andrea Rovere della Lega Nord, Roberto Mumolo della Carige, e dai sindaci Eraldo Crespi di Ospedaletti e Vincenzo Genduso di Taggia.