Il magico Treves con la sua band al Lario Festival

Sarà la Treves Blues Band l’ospite di domani sera a Cantù (ore 22) del Lario Jazz Festival.
Fabio Treves, armonicista, leader della TBB è un personaggio cardine del “Blues made in Italy”. Con la sua armonica ha portato il blues nazionale in mezzo mondo (da Memphis a Leningrado), ha aperto i concerti di autentiche leggende (da Stevie Ray Vaughan a James Cotton) e si è esibito con Frank Zappa e giganti blues (da Mike Bloomfield a Chuck Leavell dei Rolling Stones). Ha appena festeggiato i trent’anni di carriera pubblicando l’album Bluesfriends con ospiti illustri quali Willy DeVille, Roy Rogers, Linda Gaill Lewis e John Popper (dei Blues Travellers).
La Treves Blues Band è la band storica del “blues made in Italy”. Nata nel 1974 su iniziativa dell’armonicista milanese Fabio Treves, è stata la prima band italiana a proporre un genere musicale che sembrava avere radici tanto lontane ma che era capace di coinvolgere tanto pubblico.
La TBB ha incarnato sino da allora la passione e il feeling che sono gli ingredienti base del blues insieme all’amore per questa musica che è stile di vita, libertà e valori umani. Nel 1978 la band si esibisce prima di Charlie Mingus e nel luglio 1979 è memorabile l’esibizione al Vigorelli di Milano come supporter di Peter Tosh. Nel 1980 avviene l’incontro con il grandissimo e compianto chitarrista americano Mike Bloomfield, con cui la TBB registra un “live” al Palasport di Torino.
Nel 1988 Treves e la sua band fanno da supporter nei tour italiani del grande armonicista di Chicago James Cotton, dell’indimenticabile Stevie Ray Vaughan e del pittoresco Little Steven della E-Street Band. Nel 1988 Treves corona il suo più grande sogno: conoscere e suonare con il suo mito Frank Zappa. Zappa (che cita Fabio nella sua autobiografia ufficiale definendolo “un anarchico”) lo invita a suonare insieme a lui nei concerti di Milano e Genova: un’esperienza incredibile.
Un altro momento saliente della storia della TBB è la partecipazione nel 1992 al “Beale Street Music Festival” di Memphis, Tennessee, dove - unica band europea presente - si esibisce per tre sere condividendo il palco con leggende del blues come Buddy Guy, Johnny Winter, Kim Wilson, Koko Taylor, Al Green, Lonnie Brooks e James Cotton.