Le magie di Rovira e Balaguer

Bisogna andare a trovarli. Staccarsi dalla Rambla e inseguire la loro perifericità. Perché si trovano anche nei negozi di delicatessen - Rovira al Club Gourmet del Corte Ingles, Balaguer allo shop della Fondaciò Miro - ma i prìncipi catalani del cioccolato vanno conosciuti nel loro contesto: piccole boutiques in un quartiere residenziale tra il centro e l'aeroporto. Ci passi davanti e non le noti.
Enric Rovira è quasi un sosia di Daniele Luttazzi. Con Luttazzi condivide l'alone di poesia. Si è innamorato del cacao che Claudio Corallo coltiva a Sao Tomé e Principe e ne ha fatto una collezione, Essential, dove il cioccolato viene proposto nelle sue forme più pure, dalla fava cruda a quella tostata, alla pasta di cacao, al cioccolato 80% «sin refinar», come a Modica (ma si sa, sono i modicani a fare come gli spagnoli: la storia non è mica solo un'opinione). La poesia di Enric affiora nella sua ultima collezione, Oceani: cinque declinazioni saline del cioccolato, che ad ogni oceano abbinano elementi dei continenti che lambisce. L'Atlantico contiene arachidi, mandorla e spezie; l'Artico dolce racchiude un grano di sale Maldon, l'Indiano gioca in equilibrio tra pistacchi e tè, l'Antartico evoca le correnti con un effetto effervescente in bocca mentre il Pacifico unisce il mais con l'alga nori.
Oriol Balaguer gioca sulla forma: le sue collezioni di uova di Pasqua sono da museo del design. Le sue praline alle spezie sono in grado di consolare da qualunque volo cancellato. Il suo riso soffiato Bola-Bola è il riscatto di tutti i chicchi di riso maltrattati da cioccolati mediocri nel mondo.
Intorno, Barcellona pullula di negozi fichetti di cioccolato in franchising: sono come una versione di Dante per i bambini dell'elementare. È sempre la commedia, ma senza le parole giuste non è più divina.
Enric Rovira, Avenida de Josep Tarradellas 113, tel. +34 93 419 25 47, www.enricrovira.com. Oriol Balaguer, Placa Sant Gregori Taumaturg 2, tel. +34 93 20 11 846, www.oriolbalaguer.com