Magistrato attende la visita di Alfano: derubato in tribunale

Probabilmente pensava che all’interno del tribunale si potesse essere al sicuro dall’insidia dei ladri. E invece i soliti ignoti, lesti di mano e pronti alla fuga, si infiltrano in ogni anfratto e non temono nulla. Così hanno colpito un magistrato (rimasto anonimo) della Procura generale di Milano che, in attesa della visita del capo supremo, cioè del Guardasigilli Angelino Alfano, aveva abbandonato l’ufficio per entrare nello studio di un collega a consultare e fotocopiare un fascicolo. Sono bastati pochi minuti al ladruncolo per intrufolarsi nell’ufficio del magistrato e frugare nella sua borsa da dove ha prelevato il portafoglio. Il sostituto procuratore generale si è accorto qualche minuto dopo il suo rientro in ufficio che qualcuno aveva messo le mani nella sua borsa e ha immediatamente denunciato il furto ai carabinieri del Palazzaccio, ma, purtroppo, dei soliti ignoti, nessuna traccia.