Il magistrato «Sono molto triste Ma adesso si torni alla ragione»

Dolore, solidarietà «a un padre eroico», ma anche «amarezza» nel sentire parlare di «assassini» e di «condanna a morte» per Eluana, accompagnata dalla speranza che «ora si torni alla ragione». Sono i sentimenti che ieri sera hanno riempito l’animo di Maria Gabriella Luccioli, la prima donna giunta ai vertici della Cassazione e che presiedette il collegio che nel 2007 si pronunciò sulla vicenda di Eluana Englaro. Quella decisione - il rinvio a un altro collegio milanese - aprì lo spiraglio che consentì poi alla Corte d’appello di Milano di autorizzare il padre della donna a interrompere il trattamento di idratazione ed alimentazione. «È un momento molto triste, i miei sentimenti sono di dolore e solidarietà a questo padre eroico».