Magistratura in lutto: è morta Manuela Trifuoggi

Manuela Trifuoggi, 34 anni, magistrato al tribunale di Imperia, figlia del Procuratore capo della Repubblica di Pescara, Nicola, è morta l’altra notte all’età di 34 anni, dopo una breve malattia. Manuela lascia il marito e due bambini. «Una persona sempre serena e disponibile, ma allo stesso tempo riservata e dedita con passione al suo lavoro» l’ha ricordata il procuratore capo di Imperia, Bernardo Di Mattei. «Era previsto un epilogo di questo genere - ha aggiunto - ma di fronte alla realtà non possiamo che rimanere sotto choc. Era una collega impareggiabile». Il magistrato aveva lasciato il servizio nel novembre dell’anno scorso, dopo aver saputo di essere malata. A febbraio è tornata in servizio per una ventina di giorni, ma poi è stata costretta di nuovo ad abbandonare il campo.
E da ieri apprensione per le condizioni di salute del Procuratore Generale della Repubblica Luigi Carli, ricoverato nel reparto intensivo di cardiologia all’ospedale di Lavagna. Ieri mattina, come ogni giorno, Carli stava recandosi nel suo ufficio di Chiavari quando ha avvertito un malore. Da solo ha poi raggiunto l’ospedale di Lavagna dove i sanitari ne hanno disposto il ricovero in osservazione.