Maglia nera Processi interminabili: all’Italia il record di condanne Ue

Primi in classifica ma c’è poco da vantarsi. L’Italia ha infatti il primato europeo di condanne per violazione del diritto dei propri cittadini a un processo dalla durata ragionevole. E non basta. Quasi la metà di tutti i casi pendenti davanti al Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa per violazioni riscontrate dalla Corte europea per i diritti dell’uomo, riguardano la lunghezza dei processi in Italia. Si tratta in totale di 2.183 casi, che come sottolineato dal Comitato dei ministri, riguardano lentezze processuali praticamente in tutti i tipi di giurisdizione. La parte del leone la fanno i processi civili con un totale di 1571 casi, seguono i processi per cause di lavoro, 364, quelli penali, 122, e infine i procedimenti amministrativi, 118.