La maglia rossoblù esige più rispetto

Caro Lussana, le parole di mister Cosmi mi hanno lasciato molta amarezza e non poche perplessità su quanto è successo al Genoa negli ultimi tre mesi. Probabilmente la verità non la sapremo mai, e forse è giusto così.
Di fatto oggi però si sta giocando sulla pelle dei tifosi e di una città malata di calcio che si sta interrogando sul futuro sportivo e non solo.
Il Sen. Guglielmo Castagnetti ha chiesto «l’intervento» del Sindaco e di Claudio Burlando richiesta che non fa parte di alcuna sana strategia operativa nello sport.
Quando i politici si sono interessati del Genoa dal cilindro uscì Massimo Mauro. No comment...
Il Genoa ha bisogno solo del Genoa. Il tifo non deve accecare l’uomo e fargli perdere la misura dei valori e delle regole dello sport. Il Genoa è squadra nobile per cultura e tradizioni non si abbasserà mai a sfidare ciò che è indifendibile. Rivolgo al Presidente Preziosi un forte e caloroso invito a «non mollare» se veramente il Genoa è fuori da tutto ma a rispettare la città e la maglia nel caso contrario.
Il Presidente sia trasparente e non usi il politichese perchè la gente potrebbe non capire.
Il non capire lascerebbe aperte molte soluzioni al tifoso, forse troppe...