Una maglia rossoblù con la scritta Professore

Celebrerà il frate tifoso, padre Mauro Delegazioni dalla Tunisia e dalla Libia In campo lutto al braccio e minuto di silenzio

Saranno i colori rossoblù, quelli che hanno dettato il ritmo della vita professionale di Franco Scoglio, le tinte dominanti nell'ultimo saluto che Genova tributerà al Professore. Questo è il giorno dell'addio ad un fuoriclasse del pallone, un fuoriclasse che, però, esibiva i suoi colpi migliori fuori dal campo, raccontando parabole straordinarie e snocciolando aneddoti che rimarranno nella storia. Questa mattina alle 11.45 nella Basilica di Santa Maria Assunta, in Carignano, Genova dirà addio ad un genoano che ha saputo interpretare i sentimenti di un popolo. Ci sarà tutta la gente genovese amante del calcio: quel pubblico rossoblu che così tanto lo amava e lo apprezzava, ma anche quei tifosi blucerchiati che lo hanno stimato per il suo modo di interpretare il calcio.
Franco Scoglio, questo pubblico, ha saputo tenerlo incollato alla tv fino al momento della sua morte, lo scorso lunedì sera, avvenuta per una trombosi coronarica, derivante da un cuore già debilitato per un vecchio infarto, così come ha accertato il dottor Francesco Ventura, il medico legale che il pm Valeria Fazio aveva incaricato a compiere accertamenti sulla morte dell'ex allenatore del Genoa.
Questa mattina, alla grande folla, si uniranno tantissimi esponenti del mondo del calcio che arriveranno a Genova da diverse parti del mondo per portare la propria testimonianza di affetto e riconoscenza. Il Genoa presenzierà al gran completo. Alla dirigenza, si uniranno i giocatori che si sono dati appuntamento in mattinata a Pegli, per poi trasferirsi nel quartiere di Carignano insieme al tecnico Vavassori. La società, ha disposto che sulla bara venga depositata una maglia rossoblù con la scritta "Professore", insieme ad un omaggio floreale. Ci saranno le autorità genovesi, rappresentate dall'assessore allo sport del Comune Giorgio Guerello, e il sindaco della città di Lipari Mariano Bruno. Per la Sampdoria, insieme ai dirigenti, parteciperanno Walter Novellino e Francesco Flachi. Ad officiare il rito funebre sarà padre Mauro, il frate rossoblù che lo ha voluto ricordare proprio da tifoso: «Franco Scoglio era un entusiasta, un grande innamorato del calcio,- racconta il frate- un trascinatore che ha saputo prendere il Genoa in uno dei momenti peggiori della sua storia. Lo voglio ricordare con un semplice aggettivo: mitico!».
Dalla Tunisia, dove la morte dell'ex tecnico della Nazionale ha avuto ieri grande risalto su tutti i quotidiani, giungerà a Genova una delegazione della federazione calcistica, così come la Libia, altra Nazionale guidata dal Professore, invierà suoi delegati in rappresentanza. Parteciperanno anche i giornalisti della televisione araba "Al Jazeera" di cui Scoglio è stato commentatore e per la quale curava una rubrica sul campionato italiano di seria A.
La società rossoblu ha, intanto, chiesto alla Lega di C di potere giocare con il lutto al braccio la gara di domenica che vedrà il Genoa impegnato a Salerno e, sempre per la partita contro i granata, ha chiesto di poter effettuare un minuto di raccoglimento prima della gara. Cosa che faranno anche le rappresentative del settore giovanile. La Federazione Tunisina, ha già fatto sapere che, in occasione dell'incontro Tunisia- Marocco per la qualificazione ai mondiali, verrà osservato un minuto di raccoglimento. La bara verrà poi trasferita a Lipari, dove domenica si svolgeranno esequie in forma privata e dove, Franco Scoglio, verrà sepolto.