Maglietta filo-serba, Cavic rischia la squalifica

La Len sta pensando a una severa punizione per l’atleta che si era presentato sul podio degli europei di Eindhoven per ritirare la medaglia d’oro con una maglietta con la scritta "Kosovo è Serbia"

Eindhoven - La Len, massimo organismo europeo del nuoto, sta pensando a una severa punizione per il nuotatore serbo Milorad Cavic. L’atleta si era presentato sul podio degli Europei di Eindhoven per ritirare la medaglia d’oro nei 50 metri farfalla con una maglietta con la scritta "Kosovo è Serbia".

Il gesto, che secondo il nuotatore era stato fatto per "inviare un messaggio positivo", ha scatenato feroci polemiche: "Non volevo provocare la rabbia di nessuno - ha dichiarato l’atleta - non volevo scatenare violenze. Il paese è diviso e io volevo solo incoraggiarli". La Len ha dichiarato che sta pensando ad un provvedimento disciplinare per il nuotatore e lo ha convocato per una audizione. "Ho paura - ha dichiarato Cavic - una sospensione ora sarebbe come una sentenza di morte". Cavic non aveva nascosto, infatti, di puntare ad una medaglia nelle prossime Olimpiadi di Pechino.