Magliette antimulta copricostume

Si sa, l’estate è anche tempo di lasciarsi andare a qualche stranezza. Messa da parte la «divisa» da ufficio e liberata la testa dalle preoccupazioni quotidiane si è pronti a rigenerarsi in vacanza. E chi andrà a Diano Marina potrebbe trovarsi di fronte alla necessità di indossare una maglietta... particolare. Dopo il divieto di passeggiare in costume da bagno, varato la settimana scorsa, il sindaco infatti ha deciso di far stampare cento magliette con su scritto «Maglietta Antimulta. Comune di Diano Marina - Assessorato alla Polizia Municipale». Le T-shirt verranno distribuite gratuitamente (un paio ciascuno) ai gestori degli stabilimenti balneari. Gli esercenti potranno consegnarle ai propri clienti per uscire dalla spiaggia o per fare qualche commissione nei luoghi «vietati al costume». Insomma, niente rotolini o cellulite a rovinare il panorama balneare. La maglietta copre tutto. Tra le altre curiosità che riguardano il popolo dei vacanzieri ci sono le «spiagge popolari» di Ceriale dove gli stabilimenti balneari affitteranno sdraio e ombrelloni per spiagge libere a un prezzo stracciato: 5 euro di ingresso per quattro persone che diventeranno 7 euro in alta stagione. In più il bagnino garantirà la sicurezza anche ai bagnanti di quasta parte della spiaggia.
A Laigueglia invece la stranezza riguarda il centro storico dove le luci hanno «preso il giorno per la notte». Infatti i tecnici stanno tentando di capire come mai l’illuminazione pubblica proprio quando serve non c’è. La riserva di fiaccole sta per terminare.