Da Magnasco ai fumetti: l’arte spiega l’accoglienza

Interpretare con l’arte le parole di San Francesco e il concetto di accoglienza. Nasce da questa idea la mostra «Arte dell’accoglienza, da Magnasco al fumetto» che da oggi al 15 luglio si potrà visitare al Museo dei beni culturali cappuccini di Genova, in via IV Novembre 5, passo Santa Caterina Fieschi. La rassegna, curata da Luca Temolo Dall’Igna e Riccardo Mazzoni, racconta come San Francesco e i cappuccini hanno inteso e vissuto l’accoglienza nella loro storia quasi millenaria. A «spiegarlo» saranno opere di pittura (di Alessandro Magnasco, Cornelio de Wael, Giovanni Michele Graneri) ma anche del cinema (con proiezioni dei film di Rossellini e Zefferelli), della msuica (con l’allegria del musical «Forza venite gente»), della fotografia (con 25 scatti, molti dei quali inediti, del maestro Fulvio Roiter) e del fumetto (con opere di Dino Battaglia, Altan e Luca Salvagno). Spazio anche ai video internazionali di Ciak Junior e ai disegni dei ragazzi che hanno partecipato al progetto «una matita per accogliere». La mostra è aperta dal martedì alla domenica, dalle 14.30 alle 18.30 e il giovedì dalle 10 alle 18.30. L’ingresso costa 3 euro (è gratuito fino a 18 anni). Per informazioni, 010-580652 o www.bccgenova.org.