Magneti Marelli a New Delhi

da Milano

Magneti Marelli e Sumi Motherson Group hanno sottoscritto un accordo per la creazione di una joint venture in India, mirata alla produzione di componenti per autovetture nell’ambito dei sistemi di illuminazione e dei sistemi di controllo motore. Lo annuncia una nota della società del gruppo Fiat, aggiungendo che la joint venture sarà partecipata al 50% da Magneti Marelli Holding e da Sumi Motherson Group, attraverso la sua holding Samvardhana Motherson Finance.
Le attività industriali saranno dislocate nelle aree di New Delhi e di Pune (regione del Maharashtra, nella parte ovest dell’India) e si concentreranno sulla produzione e assemblaggio di collettori di aspirazione per motori e di proiettori e fanali per autovetture. Le attività della jv saranno rivolte al mercato indiano e ai carmakers locali e internazionali presenti sul territorio.
Per il mercato automotive indiano - in particolare per il comparto «automobili e veicoli commerciali leggeri» - le previsioni parlano di un tasso medio di crescita annuale del 12,4% fino al 2017, passando da una produzione di 1,9 milioni di veicoli del 2007, a 4,4 milioni nel 2012 e a 6,2 milioni nel 2017.